Pratiche sessuali e leggi: attenzione agli incontri hard

leggi-folli-sesso_h_partbPuò sembrare strano, ma in un Paese come gli Stati Uniti sono in vigore delle leggi particolarmente “strane” in ambito sessuale, che cercano di disciplinare in che modo due persone (siano essere di diverso sesso, o di sesso identico) cercano il proprio piacere. Certo, si tratta di leggi appartenenti ai singoli Stati (e non federali, ovvero applicate uniformemente su tutto il territorio a stelle e strisce), ma nel 2014 fa chiaramente sorridere riscontrare l’esistenza di sìffatte particolarità nel mondo occidentale.

Il “merito” (o la “colpa”) di queste stranezze normative è del fatto che gli Stati Uniti – contrariamente a tanti altri Paesi – non hanno modificato alcune antiche leggi (come la Sodomy law) o hanno per giunta introdotto nuove discipline (come l’Anti Obscenity Enforcement Act, quindici anni fa).

Ma quali sono le regole sessuali più strane del Nord America? L’elenco sarebbe lungo e, probabilmente, perfino non esaustico. In Georgia, ad esempio, le donne possono acquistare vibratori solamente sotto prescrizione mediche. In Alabama invece le regole sui sex toys sono ancora più severe, visto e considerato che non è possibile nè procedere all’acquisto, nè all’uso, con o senza prescrizione medica.

Se quanto sopra vi sembra una stranezza, non sorprendetevi pertanto se in alcune località del Texas è vietato flirtare, o se il sesso orale è vietato in Indiana, o ancora se quello anale è bandito a Cincinnati.

Ma quale è l’effetto di questi divieti sessuali? Siamo sicuri che lo scopo di limitare i comportamenti privati delle persone possa essere realmente efficace? Non trovate che queste regole siano estremamente anacronistiche, nell’epoca della ricerca della massima libertà di espressione sessuale, e degli incontri sessuali online? Che ne pensate? Siete a conoscenza di qualche altra legge particolarmente inusuale che punti a disciplinare gli atteggiamenti sessuali?

Lascia un Commento