Sesso sadomaso: è giusto domandarlo al partner?

l43-sadomaso-sesso-121206182415_bigSono sempre di più le coppie che, spinte dalla necessità di ritrovare il desiderio sessuale perduto, desiderano evolvere il proprio rapporto in qualcosa di più piccante ed estremo, chiamato in gergo “tecnico” BDSM. Ma cosa è il BDSM? E, soprattutto, è giusto domandarlo al proprio partner o è preferibile andare sul sicuro, e scegliere delle compagne / compagni che abbiano le nostre stesse “ambizioni”?

Partiamo con ordine. La sigla BDSM è l’abbreviazione di tre altri acronimi: BD (bondage& discipline), DS (domination&submission), SM (sadism&masochism). Insomma, il BDSM è l’insieme di pratiche fruite da tutti coloro i quali amano i giochi di potere e sottomissione, umiltà e disciplina, e tanto altro ancora. Il tutto, naturalmente, nel pieno rispetto delle parti e con la possibilità di interrompere i giochi, qualora prendano una piega non più gradita.

Con tale base di partenza, si cerca quindi di rispondere alla vera domanda del nostro approfondimento odierno: è giusto domandare al proprio partner il sesso sadomaso? La risposta è sicuramente positiva: spiegare al partner cosa ci piace fare sotto le lenzuola (o sopra!) è la base per poter realizzare un rapporto serio e costruttivo. Nonostante ciò, sono molte le remore che uomini e donne si pongono quando si tratta di condividere il desiderio di un rapporto più piccante ed estremo, forse per la paura di apparire inadeguati o particolarmente esuberanti. Eppure, rivelano due recenti studi americani, il sesso estremo e le attività sadomaso sarebbero un toccasana per il rapporto di coppie, poiché pratiche con potenti effetti antistress, e in grado di realizzare una piena condivisione di intenti tra i partner.

Se poi volete provare tali pratiche con persone già “esperte”, non vi resta che consultare uno dei tanti siti internet a disposizione, specializzati in tutte le sfumature del masochismo!

Lascia un Commento